San Cristoforo

Santo e martire, probabilmente palestinese, fu convertito al cristianesimo dal Vescovo Antiocheno Babila e martirizzato per la fede sotto Decio nel 250. Già nel 452 esisteva una chiesa dedicata al suo culto in Bitinia (oggi Turchia) e un secolo dopo un monastero a Taormina portava il suo nome.

Nel medioevo il culto di San Cristoforo era largamente diffuso prima in oriente e poi in occidente. San Cristoforo è uno dei quattordici Santi detti "ausiliatori" ("che recano aiuto") particolarmente invocati in occasione di gravi calamità naturali o per la protezione da disgrazie o pericoli specifici. Il patrocinio di San Cristoforo era particolarmente ricercato sotto la peste.

Il nome di Cristoforo in greco vuol dire " portatore di Cristo". La leggenda descrive un uomo in riva ad un grande fiume della Licia che aiutava i viandanti nell'attraversarlo. Una notte gli si presentò un fanciullo per farsi portare al di là del fiume. Reprobus (questo era il nome dell'uomo prima del battesimo) anche se grande e robusto si piegò sotto il peso di quell'esile creatura. Al meravigliato traghettatore il bambino rivelò la propria identità dicendogli "sono Gesù" e profetizzandogli il martirio a breve scadenza. San Cristoforo è stato sempre il patrono di quelli che hanno a che fare con il trasporto, come barcaioli, pellegrini, viandanti, viaggiatori, facchini.

Nei tempi moderni il suo culto è stato rilanciato su scala mondiale perchè è stato proclamato protettore degli autisti. Nel 1933 a Parigi fu eretta una chiesa dedicata al santo nel quartiere Javel ove si trovano grandi fabbriche di automobili. Diffusissime sono le immagini di San Cristoforo su autoadesivi e portachiavi degli odierni guidatori. La festa di questo popolare santo si celebra ovunque il 15 luglio. Va anche detto che la chiesa ha tolto il nome di Cristoforo dal nuovo calendario universale per mancanza di dati certi sulla sua morte.


Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto OK o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

OK
Visualizza in modalità Desktop